Secondo Acconto IRPEF 2020

Il prossimo lunedì 30 novembre è il termine di versamento del secondo acconto IRPEF, risultato dell’ultima dichiarazione dei redditi.

 

Di cosa si tratta?

Quando il risultato della dichiarazione dei redditi è a debito, il contribuente è tenuto a versare anche un acconto (attualmente pari al 100%) delle imposte dell’anno successivo. In questo caso il presupposto è che la situazione debitoria si ripresenti anche in futuro. Questo acconto sarà recuperato in tutto o in parte nel caso in cui la dichiarazione dei redditi dell’anno successivo risultasse a credito oppure con un debito inferiore a quello versato come acconto.
 
Il versamento dell’acconto avviene normalmente in una o due rate, che per il 2020 sono:
  • Entro il 30 giugno: prima rata di acconto (pari al 40% di quanto dovuto)
  • Entro il 30 novembre: seconda rata (pari al 60% di quanto dovuto)
 
Casi di F24 a zero con compensazioni
 
Ci possono essere situazioni in cui, per via della compensazione tra debiti e crediti, il risultato del modello F24 sia zero. In questo caso la norma prevede comunque la tramissione telematica della delega, pertanto, se avete ricevuto nostra informativa circa la scadenza del saldo, non dovete fare altro che verificare di essere in possesso di una copia del modello F24 a zero che Caf Acli è già stata incaricata di trasmettere all'Agenzia delle Entrate.
 

La consulenza di Caf Acli

Se dal risultato della tua dichiarazione dei redditi (nel caso di modello Redditi o modello 730 senza sostituto) sono scaturiti degli acconti da versare, il tuo consulente, su tua indicazione, avrà operato in uno dei seguenti modi:
  • scelta di un addebito diretto in conto corrente: in questo caso dovrai semplicemente verificare di avere una giacenza sul conto sufficiente a coprire l’importo da trattenere e, nei giorni successivi alla scadenza, che il pagamento sia andato a buon fine 
  • versamento mediante modello F24 cartaceo: se non è stata operata la scelta di un addebito diretto in conto corrente, il consulente Caf Acli ti avrà stampato un modello F24 (come nel facsimile seguente) riportante come scadenza 30/11/2020. Potrai pagarlo direttamente presso la tua Banca o attraverso il tuo home banking.